domenica 28 febbraio 2016

Uno, una

Uno, una
è giovane e poi vecchio
alla luce  impietosa delle foto
in termini netti.

Colpisce sempre
il maglio universale
la strana fisionomia
della natura.

Ci sono tre persone.
Una in cima,
le sciocche memorie.
La seconda
nascosta dalle onde
non porta parole.

La terza attonita
sfoglia sottile in punta di dita
ha domande.
Come al passante sconosciuto
per la strada
con il nome cercato da ore
e – a saperlo –
era dietro.